TRICLINIUM: vi spiego perché

Triclinium: cibo dall’Impero.

Dai reperti archeologici alle tavole, visite e banchetti a tema. Un percorso in tappe che lega siti archeologici e luoghi di cultura antica con soste gastronomiche d'eccezione.

Come è stata l'idea? Vi racconto un pò.

L’entusiasmo che nasce e si alimenta sui libri diventa passione e meraviglia quando ti sporchi le mani con la terra per quasi 20 anni. Stupore per le scoperte in una terra che diventa fango, al freddo di gennaio in mezzo a un campo o dentro una buca sotto l’asfalto nel mese di agosto.

Passano gli anni e lo stupore diventa responsabilità di saper gestire e soprattutto documentare la storia che hai tra le mani.

Passa ancora tempo e cresco sulla terra con l’aiuto dei libri cercando conferme ai molti dubbi. Imparo, faccio bagaglio, cresco ancora, conosco persone ed esperienze, e pian piano insieme alla vita e ai figli nascono nuovi desideri.

Lo scoprire alimenta il desiderio di condividere, divulgare, esprimere, insegnare. Perché non rimanga tutto sotto la terra o nei polverosi e stanchi magazzini.

Recupero di un corredo da sepoltura ad inumazione

Pensi che oltre ai musei, ai libri e alle riviste ci può essere un altro modo di condividere legando passioni comuni. Negli ultimi anni oltre alle centinaia di scheletri dissotterrati ho avuto la fortuna di trovare e ricomporre innumerevoli reperti provenienti da case comuni. E’ gioco forza che gli ambienti maggiormente riconoscibili siano le cucine, i focolari, i depositi degli alimenti, e quindi i piatti, bicchieri, le anfore, i dolia che contenevano cibo.

E poi ancora le fattorie con le zone di lavorazione e anfore, torchi, macine. Poi sulla terra annessa alle fattorie ecco gli scassi delle vigne, le fosse di dimora degli alberi, i pozzi, i canali di irrigazione.

Per nominare poi le centinaia, forse migliaia, di tombe scavate non possiamo scordare che i corredi funerari sono per la maggior parte riproposizione di oggetti di uso quotidiano. E quindi vasi potori, ciotole, piatti, anforette. Tutto torna sulla tavola.

Bene, la condivisione e il desiderio di divulgazione parte da qui e arriva al fortunato incontro con splendide persone, appassionate, curiose, intelligenti. Quelle prime (tre) persone mi hanno seguito in un viaggio talmente emozionante e ben riuscito che ho deciso di proseguire e rilanciare. Sempre con loro ovvio.

​​

Nel frattempo tante altre cose piccole e grandi e tanto studio.

Lungo il percorso incontro una persona giovane ed appassionata con grinta e voglia di crescere. Condividiamo un'idea e lavoriamo insieme per realizzarla.

Da qui nasce TRICLINIUM.


Post in evidenza